#NARRAMERICA

I profili montuosi della Monument Valley a protezione della Navajo Nation

I profili montuosi della Monument Valley a protezione della Navajo Nation
© Daria Piccotti

Le leggende Navajo raccontano di montagne che si ergono a protezione delle persone, ed è proprio questa la sensazione che si prova guardando il crepuscolo nascente che abbraccia i profili montuosi della Monument Valley.

Imbacuccati sul pick-up della nostra guida, abbiamo potuto assistere a questo rituale della natura.

 

Con il cuore colmo di vita e di amore camminerò.

Felice seguirò la mia strada.

Felice invocherò una coperta di rugiada.

Nella bellezza e nell’armonia tutto si compie.

 

Le parole del canto della notte Navajo immagino siano sgorgate dall’immersione in questo spettacolo magico.

A differenza della maggior parte dei parchi americani che abbiamo visitato, La Monument Valley fa parte della Navajo Nation, la più grande Nazione Indiana degli Stati Uniti.

La Monument Valley, chiamata anche “Tsé Biiʼ Ndzisgaii” ovvero “la valle delle rocce”, durante l’era geologica del Permiano corrispondeva ad un fondale marino.

Le forze tettoniche fecero emergere l’area al di sopra del livello del mare, così che gli agenti atmosferici erosero progressivamente gli strati di sedimenti più friabili, plasmando le forme surreali e incantevoli che sono diventate l’icona per eccellenza della Monument Valley.

Ciascuna di queste forme racchiude una leggenda, insieme raccontano il profondo legame tra il popolo Navajo e la sua terra, considerata parte integrante della propria identità e un’alleata, protettrice e al contempo da salvaguardare.

Abbiamo molto da imparare, vero?

Articoli correlati

error: Content is protected !!