#NARRAMERICA

Il pianeta di libri alla New York Public Library

Il pianeta di libri alla New York Public Library
© Daria Piccotti

La New York Public Library è un vero e proprio pianeta di libri, abitato da milioni di volumi che popolano ordinatamente lo Stephen A. Schwarzman Building – la sede centrale – le sedi distaccate e i centri di ricerca.

Per immergersi in questo mondo c’è una sorta di cammino preparatorio, la “Library Walk”.

Percorrendo la Library Way sulla 41st Street di New York, ci siamo imbattuti in una serie di targhe che trasformano il marciapiede in un’eclettica raccolta di citazioni tratte dai grandi nomi della letteratura mondiale.

Ad ogni passo siamo entrati in un mondo diverso, ci siamo confrontati con pensieri lontani nello spazio e nel tempo ma vicini al nostro sentire, e abbiamo preparato il nostro animo ad immergersi nell’universalità dei libri.

Siamo stati accolti dai due maestosi leoni in pietra che sorvegliano l’ingresso dell’imponente edificio in stile Beaux-Art che racchiude la biblioteca nella quiete di Bryant Park.

Entrati in questo tempio dedicato al pensiero, abbiamo visitato la mostra temporanea “INterSECTS: Where Arthropods and Homo Sapiens Meet” con i disegni tratti dalla graphic novel di Peter Kuper, in cui l’artista immagina come sarebbe il mondo senza la presenza dell’essere umano.

Attraversato questo mondo immaginario, dominato da farfalle e formiche, abbiamo raggiunto il celebre salone della Rosa, visitabile solo in piccoli gruppi insieme alla guida, per non violare la quiete di un luogo dedicato alla lettura e allo studio.

Entrato nell’immaginario collettivo, il salone della Rosa rappresenta per antonomasia la Biblioteca. Le file di tavoli illuminate da lampade color bronzo sono diventate iconiche anche grazie a film come “Ghostbusters”; eppure nessuna immagine può restituire la maestosità che accoglie il visitatore quando ne varca le soglie.

Accolti dal silenzio luminoso della sala, siamo rimasti in contemplazione di questo pianeta di libri, sentendoci piccoli come le farfalle della mostra visitata poco prima.

Avete visitato qualche biblioteca simile a questa?

Articoli correlati

error: Content is protected !!