#NARRAMERICA

La joie de vivre di Haight-Ashbury a San Francisco

La joie de vivre di Haight-Ashbury a San Francisco
© Daria Piccotti

Tra le strade di Haight-Ashbury a San Francisco si respira la joie de vivre della cultura hippy.

Nel quartiere è fiorita la Summer of Love, durante la quale fiumi di giovani pieni di ideali sognavano di creare un mondo libero, fatto di pace e alimentato dall’amore.

L’arte divenne l’abitante principale della zona, tra le note dei Grateful Dead, di Janis Joplin, Jefferson Airplane e molti altri.

Ancora oggi i colori e la creatività permeano gli edifici e l’atmosfera frizzante della zona.

Le serate si allungano fino a tarda notte e le mattine si svegliano pigramente quando il sole è già alto nel cielo.

I caffè si alternano alle botteghe orientali, che si trasformano in laboratori di tatuaggi e negozi di abiti vintage, le cui insegne fanno a gara per aggiudicarsi il titolo di regina dell’eccentricità.

In lizza per il trono troviamo la Piedmont Boutique, dalla cui finestra spuntano due sinuose gambe in calze a rete e décolleté rosse che invitano ad entrare in un mondo fatto di abitini da discoteca, piume, parrucche e bracciali sgargianti.

Passeggiare per queste strade è stato come fare un tuffo nel passato e cavalcare l’onda di libertà che ha reso la cultura hippy un mito ancora oggi anelato.

Conoscete altri quartieri hippy sparsi per il mondo?

Articoli correlati

error: Content is protected !!